Gli elementi strutturali esterni in ferro sono esposti quotidianamente agli agenti atmosferici. A lungo andare questo può portare a un deterioramento progressivo e, di conseguenza, alla corrosione del metallo. Ma non bisogna preoccuparsi: c’è sempre un rimedio. Rinnovare ringhiere e cancelli ed eliminare la ruggine non è impossibile. Ecco spiegato, passo dopo passo, come intervenire.

Se il sole scolorisce, la pioggia corrode. Lo sa bene chi ha balconi con ringhiere in ferro, o scale esterne e pergolati in acciaio, zinco o alluminio.

La ruggine si forma quando l’azione dell’acqua, favorita dalla presenza di ossigeno, porta all’ossidazione del ferro. Il risultato di questa reazione è un nuovo composto dall’aspetto bruno-rossiccio.

Esistono diversi modi per proteggere il ferro dall’ossidazione. Il più usato a livello industriale è la zincatura. Questo metodo si utilizza soprattutto nell’ambito di strutture in acciaio, consiste nell’applicare un sottile rivestimento in zinco al metallo e talvolta è utilizzato anche per proteggere inferriate e cancelli.

L’altro metodo più usato è l’applicazione di una vernice protettiva. Questo sistema è largamente diffuso, tuttavia è necessario verniciare frequentemente poiché i fenomeni di corrosione possono ugualmente svilupparsi al di sotto del film protettivo quando questo si deteriora.

Una ringhiera arrugginita dà l’idea di qualcosa di rovinato, quindi meglio intervenire e riverniciarla.

La ruggine è il prodotto della reazione di ossidazione del ferro. Proteggere e verniciare il metallo significa prevenire la sua formazione.

Ecco spiegato in cinque punti come intervenire per eliminare la ruggine

  1. Per prima cosa bisogna coprire con dei teli tutti gli oggetti che si trovano nelle vicinanze della superficie da trattare e indossare guanti, occhiali protettivi e mascherina per proteggere il corpo ed evitare di respirare i composti organici volatili rilasciati dalle vernici.
  1. Ora è necessario grattare via la ruggine e gli eventuali vecchi strati di vernice con l’aiuto di una spazzola di metallo o con della carta abrasiva. Per superfici esterne particolarmente estese puoi utilizzare anche una levigatrice per velocizzare i tempi di intervento. L’importante è fare attenzione a rimuovere tutta la ruggine presente, aiutandosi con un raschietto per lavorare bene in tutte le zone poco raggiungibili, soprattutto negli angoli e nelle incavature.
  1. Dopo aver rimosso la ruggine, bisogna pulire tutta la superficie carteggiata con un panno imbevuto di acquaragia. In questo modo si possono eliminare eventuali residui di polvere che potrebbero intaccare l’adesione della vernice.
  1. A questo punto si può stendere una mano di fondo antiruggine su tutta la superficie da riverniciare. Questo prodotto preserva i materiali ferrosi dall’azione corrosiva degli agenti atmosferici, ma perché abbia effetto deve essere applicata direttamente sul ferro nudo. Dopo aver atteso l’asciugatura, è possibile stendere un’altra mano di antiruggine. Di norma occorre lasciar passare almeno un giorno intero tra una passata e l’altra. Sul mercato esistono prodotti antiruggine che asciugano in poche ore e che riducono notevolmente i tempi di intervento.
  1. Ora è possibile smaltare la ringhiera con il prodotto scelto.

Gli smalti per il ferro tradizionali sono quelli micacei. Nei colorifici professionali c’è la possibilità di colorare a tintometro lo smalto, scegliendo il colore preferito, oppure si può scegliere fra le numerose tinte pronte di smalti opachi, satinati o lucidi, per decorare ringhiere, cancellate e tutte le superfici in metallo. Inoltre a seconda della quantità di smalto da applicare, si può usare il pennello o la pistola a spruzzo. Qui una selezione di prodotti adatti

In commercio ci sono anche prodotti 3 in 1, che contengono al loro interno antiruggine, fondo e finitura. Questo permette di affrontare le fasi 4 e 5 con un unico passaggio, con un notevole risparmio di tempo.

Sul mercato esistono moltissimi prodotti per trattare il ferro, è necessario scegliere le vernici di qualità e che garantiscono una maggiore durata della protezione contro la formazione della ruggine.

 

Fonte: Caparolmedia.it